CAMPIONATO ITALIANO U19 & TROFEO NAZIONALE U15&13 – SEGNALI POSITIVI DA TUTTI I NOSTRI RAGAZZI/E

La domenica di ieri è stata di quelle grigie. Ogni tanto ha piovuto. Fara Sabina e Capena erano deserte. Ma l’Athlion Roma c’era come sempre. Tutti e tutte erano pronti a dare il meglio. Non tutti erano al meglio però. Qualcuno è infortunato. Ma non manca l’impegno. I piccoli poi non sono da meno. Segno che nonostante le difficoltà di questo periodo tutti stanno crescendo e che la voglia di lottare non manca mai. E lo spirito battagliero dell’Athlion Roma emerge ancora una volta.

La giornata inizia molto presto con gli Under 19 maschi in pedana. Federico Marini e Matteo Amadei sono in grande spolvero e i risultati si vedono. Non sfigurano neanche i gemelli Vari e Lorenzo Carradori, alla loro prima esperienza di scherma. Bene anche Francesco Vannini e Davide Straffi con un Alessandro Pavolini invece un po’ indietro. Molto bene anche il nuoto per tutti dove questa volta è Pavolini a mettersi in luce. La gara di Laser Run regala emozioni con un Vannini che lascia tutti dietro nella sua batteria mentre uno Straffi coraggioso deve arrendersi ad un infortunio da cui ancora non ha recuperato completamente. Alla fine Marini e Amadei si piazzeranno rispettivamente all’11° e al 12° posto, che sommato al 17°posto di Vannini porta l’Athlion Roma sul 3°gradino del podio a squadre. Pavolini arriverà 20° mentre Edoardo ed Emanuele Vari arriveranno rispettivamente 30° e 31°. Buona gara anche per Carradori che alfine si piazzerà 34° mentre Straffi per le problematiche già descritte prima si deve accontentare di un 36° posto.

E mentre i maschi erano impegnati in pedana le Under 19 femmine cominciavano a darsi battaglia in acqua. Qui tra le nostre la più veloce sarà Elisa Fiermonte, una specialista in acqua. Ma le altre non sono da meno. A metà giornata arriva il cambio: mentre i loro colleghi maschi invadevano la piscina loro si preparavano alla conquista delle pedane. Qui a sorpresa è l’esordiente (sulle pedane del Pentathlon Moderno) Benedetta Iachetti a mettere più stoccate. Ludovica Baldassare e Carolina Bartolucci rimangono nella scia andando anche loro molto bene. Brave anche Augusta Manfredonia e Beatrice Cerutti con forse qualche errore di troppo. Esordio in pedana anche per Margherita Marini che riesce a dar filo da torcere alle sue avversarie. Arriva anche per loro poi il momento di dare tutto nel Laser Run. Qui purtroppo perdiamo Bartolucci e Beatrice Lettieri (che non ha fatto neanche la gara di scherma, alla fine sarà 29°) per infortunio. E alla fine è il trio Marini – Baldassare – Cerutti a piazzarsi più in alto tra le Under 19 Athlion, rispettivamente 18°, 19° e 20°: lo stesso trio si prende il 5° gradino del podio a squadre. Subito a ridosso Iachetti che si piazza al 21° posto tallonata da Manfredonia al 23° posto. Staccate di poco Fiermonte e Bartolucci, rispettivamente 26° e 27°.

E mentre Allievi e Allieve se ne danno di santa ragione a spezzare un po’ la giornata e dare un po’ di respiro arrivano gli Under 15 e gli Under 13, non meno battaglieri dei loro colleghi e delle loro colleghe più grandi, impegnati nel Trofeo Nazionale. Ad aprire le danze sono gli Under 15 che vedono impegnati per l’Athlion Roma Anna Maria Bellini e Adele Sabatini per le femmine e Diego Ragosta e Filippo Toma per i maschi. Partiamo con i maschi, che sono i primi ad iniziare. Molto buona la prova di Toma nel nuoto mentre nel Laser Run c’è qualche errore di troppo nel tiro: ma alla fine la sua gara sarà comunque molto buona come detto e si piazzerà al 15°posto. Molto buona anche la gara di Ragosta: forse nel nuoto poteva spingere un po’ di più sul finale ma nel complesso, visti anche i pochi errori al tiro, la sua buona prova gli permette di piazzarsi al 14°posto. E’ poi la volta delle ragazze. Bene Adele Sabbatini anche se risente di un lungo stop: infatti parteciperà solo alla prova di nuoto, dove andrà bene e non parteciperà alla gara di Laser Run, e alla fine si piazzerà 27°. Molto bene Annamaria Bellini: buono il nuoto, dove comunque ha potenzialità per fare meglio, e molto buono il Laser Run, con una fase di tiro decisamente ottimo e che gli permette di scalare la classifica fino a prendersi il 13°posto.

Poi è il turno degli Under 13. Paolo Serra di Cassano è il nostro piccolo rappresentante per i maschi ed è alla prima gara con l’Athlion Roma: bene nel nuoto ha invece ancora tanto da imparare nel Laser Run, dove ha qualche difficoltà nella fase di tiro, ma siamo sicuri che crescerà tantissimo. Paola Caldarone è invece la nostra rappresentante femminile per questa categoria e come al solito combatte con determinazione: bene nel nuoto e nel Laser Run, con pochi errori nella fase di tiro e molto veloce nella corsa, cosa che gli permette di agguantare un 5°posto e una medaglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *